3 ricette e soluzioni per riprodurre gli aromi dei paesi lontani a casa tua.

E’ un viaggio attraverso il tè e gli infusi più e meno conosciuti, tra i loro profumi e colori, alla scoperta e alla ricerca di ricette che sanno di luoghi lontani, capaci di farci viaggiare con il cuore e con la mente pur restando a casa.

Quante volte vi sarà capitato, di ritorno da un viaggio, di portare dentro di voi il ricordo di sapori e aromi di tè caratteristici che avete assaggiato e che vorreste ancora ritrovare? Oppure semplicemente di leggere o di aver sentito di particolari tè e infusi di paesi lontani che vorreste conoscere? Ce ne sono davvero tanti, ogni paese, ogni cultura porta con sé la sua storia e le sue tradizioni, alcune molto diverse altre simili ma con piccole varianti. Qui ne abbiamo scelti tre in particolare, fortemente caratteristici ed unici, ma facili da preparare anche a casa, magari per un’occasione speciale, per stupire i propri invitati e viaggiare, almeno con lo spirito.

1) Il tè Marocchino, o Tunisino

Il primo è un tè molto conosciuto ed amato, spesso si trova già “confezionato” ma che realizzato con ingredienti freschi ha tutto un altro effetto. Il tè Marocchino, o Tunisino con una piccola variante, o semplicemente detto tè alla menta.

INGREDIENTI:

  • Tè verde Gunpowder
  • Foglie di menta piperita fresche
  • Zucchero di canna q.b.
  • Acqua circa 1 l
  • Pinoli (per la variante tunisina) q.b.

Dopo aver portato tutta l’acqua ad ebollizione versarne un bicchiere nella teiera vuota, svuotarla e gettare l’acqua, questo per pulire la teiera, dopodiché porre le foglie di tè nella teiera (calcolare circa un cucchiaino per tazza/ospite) e versare nuovamente un bicchiere di acqua bollente sulle foglie, lasciare in infusione per un paio di minuti, gettare l’acqua mantenendo però le foglie, questo servirà a lavare via l’amaro delle foglie di tè.
Ora siamo pronti per versare tutta l’acqua bollente nella teiera ed aggiungere le foglie di menta e lo zucchero, da tradizione questo té è molto zuccherato ma aggiungerne la quantità secondo il proprio gusto.
Lasciare il tutto in infusione per circa 5 minuti (più a lungo resta e più sarà carico) e togliere le foglie di menta.

Nella variante tunisina c’è l’aggiunta di pinoli, che prima di tutto vengono leggermente tostati in padella e poi aggiunti nella teiera come ultimo passaggio oppure direttamente nei bicchieri, e questa variante lo rende meno dolce. Secondo la tradizione la teiera utilizzata è in argento con un beccuccio lungo per consentire di versare il tè ad una certa altezza, in modo da far raffreddare il tè, nei bicchieri alti di vetro decorati. 

Suggerimento: Per il tè verde di base prova il nostro Gunpowder Temple of Heaven
—————————————————————
Non hai ancora provato il Tè Verde Gunpowder? Cosa aspetti?
—————————————————————

2) Il tè Masala Chai

Il secondo tè da scoprire è un Masala Chai, uno dei tè speziati indiani. E’ sicuramente un tè più costruito ma comunque facilmente realizzabile a casa in pochi passi. Masala Chai infatti significa tè speziato in maniera generica dato che ne esistono numerose varianti perché a seconda delle regioni e delle famiglie c’è l’aggiunta di varie spezie,con l’aggiunta di zenzero,anice stellato, pepe, tutte da sperimentare. Gli ingredienti essenziali che di base costituisco già un ottimo masala chai sono:

INGREDIENTI:

  • Acqua 2 tazze (475 ml)
  • Tè nero Assam
  • atte intero o di riso 2 tazze
  • Cardamomo tritato 6/8 semi
  • Cannella 1 bastoncino spezzato
  • Chiodi di garofano 1 cucchiaino

La differenza fondamentale dagli altri tè è che si tratta di una sorta di decotto e non di infusione. Portare l’acqua ad ebollizione con il latte, il cardamomo, la cannella e i chiodi di garofano.
Abbassare la fiamma e lasciar sobbollire per 2-3 minuti.
Tolta la pentola dal fuoco aggiungere il tè nero. Lasciare il tutto in infusione per 3-4 minuti.
Filtrare tutto in una pentola pulita o direttamente in quattro tazze, aggiungere lo zucchero di canna o il miele a piacimento.

La tradizione vuole che dopo l’infusione e aggiunto lo zucchero si rimetta il masala sul fuoco portandolo ad ebollizione, quando bolle togliere la pentola dal fuoco far ridurre la schiuma che forma sopra e rimettere sul fuoco, e ripetere questa operazione per altre 3 volte. Dopodiché si travasa il masala da una pentola alla teiera per 4-5 volte per far raffreddare prima il tè e per farlo aerare conferendogli un sapore più intenso.

Suggerimento: Per questa ricetta nella selezione di Tè dal Mondo è possibile scegliere il Pakistano Decaffeinato Naturale, un tè nero Assam già speziato con cannella, chiodi di garofano, cardamomo e vaniglia, che potreste decidere di degustare già così o con l’aggiunta delle altre spezie decotte per sperimentare altre varianti.

3) Tè con il tradizionale Samovar

Il terzo viaggio attraverso il tè ci porta in Russia, dove chi ci è stato avrà visto in quasi tutte le case o le tea rooms il Samovar, il tradizionale “bollitore” russo dove l’acqua viene messa a bollire e a decantare. Quest’oggetto dal fascino unico ci rimanda subito alle atmosfere dei romanzi di Toltstoj o Chekov, è composto da una parte inferiore in cui è contenuta l’acqua ed una superiore su cui vi è posta la teiera, ed è provvisto di un “rubinetto” per prelevare l’acqua.

INGREDIENTI:

  • Tè nero Assam o tè nero cinese forte 24-32 gr.
  • 4 tazze d’acqua per l’infusione (circa 1l)
  • 4 tazze d’acqua per servire (circa 1 l)

Portare tutta l’acqua ad ebollizione. Mettere il tè in una pentola più piccola e aggiungere le prime 4 tazze d’acqua bollente. Coprire e lasciar bollire per 20 minuti. Quando il tè sarà molto forte filtrare il concentrato in una teiera con beccuccio. Servire riempiendo le tazze a metà con il tè concentrato e riempire il restante della tazza con le altre 4 tazze di acqua bollente a piacimento (operazione che viene effettuata utilizzando il rubinetto del samovar).
Ogni volta che l’ospite avrà finito si riempirà nuovamente la tazza con la stessa procedura. Secondo tradizione il tè viene accompagnato anche da ciliegie al rum e da zollette di zucchero che dovrebbero essere intinte nel tè e poi tenute in bocca, il classico modo alla russa per bere il tè.

Suggerimento: Non disponendo del samovar ricordati di utilizzare due teiere al momento di servire il tè, una più piccola per il tè concentrato ed una più grande o un termos per l’acqua bollente da aggiungere di volta in volta. Al posto delle classiche zollette di zucchero prova le nostre gemme di zucchero Lalli, anche in gustose varianti aromatizzate.