Alla scoperta di una cultura unica

Il tè matcha, o tè verde giapponese, ha proprietà antiossidanti superiori rispetto a quelle di qualsiasi altro tè verde. Recenti studi hanno infatti dimostrato che le foglie di tè matcha conterrebbero 137 volte il contenuto di antiossidanti del normale tè verde, polifenoli e diversi aminoacidi, che riducono lo stress fisico e psicologico.

Ci sono momenti di fortuna per ognuno di noi. Ci sono momenti nella propria vita dove ci rendiamo veramente conto di essere stati fortunati. Una visita in questa isola dalle mille sorprese è sicuramente uno di questi momenti che ricorderemo per tutta la vita. Il Giappone è qualcosa di unico e magico. Da anni ormai il boom in Europa della cultura giapponese sta prendendo il sopravvento. Sempre più ristoranti di sushi popolano il nostro territorio, sempre più cartoni sono presenti nelle nostre tv. Quando si tira in ballo questa nazione, inconsciamente associamo questo nome al sushi, geishe, a cartoni e ai famosissimi zoccoli con i calzini bianchi. Da oggi però vogliamo cercare di farvi associare il Giappone a qualcosa di unico e nuovo a noi italiani.

Il tè verde MATCHA

Il mondo del tè è ampio e molto diffuso, ma quando sentite parlare di lui, dovete subito associarlo alla Ferrari del tè. Il Matcha è una varietà di tè verde che i coltivatori giapponesi fanno crescere a riparo dal sole e le cui foglie vengono raccolte a mano e poi trasformate in polvere attraverso l’utilizzo di mulini in pietra. Proprio grazie a questa lavorazione, si presenta in polvere molto fine e profumata di un intenso color verde smeraldo ed è particolarmente ricco di vitamine, sali minerali, clorofilla e carotene. 

Il tè matcha ha proprietà antiossidanti superiori rispetto a quelle di qualsiasi altro tè verde. Recenti studi hanno infatti dimostrato che le foglie di tè matcha contengono antiossidanti, polifenoli, acido glutammico e altri aminoacidi in quantitá 20 volte superiori rispetto ai piú pregiati tè verdi al mondo in foglia (forse 135 volte di piú dei comuni tè in filtro dei supermercati), dando come risultato una elevata riduzione dello stress fisico e psicologico. Inoltre il tè matcha è ricco di vitamine B1, B2, C e Betacarotene. Il beneficio migliore nel consumo di matcha riguarda l’assunzione al 100% di tutte le sue proprietá da parte del nostro corpo, al contrario di tutti gli altri tè dove solo il 30/35% delle proprietá riesce ad essere assimilata e sfruttata. Esistono gradi diversi di qualità. La differenza principale tra le qualitá sono il periodo di raccolta, la qualitá delle foglie, gli strumenti utilizzati e il grado di polverizzazione tramite i mulini.

10 BENEFICI nel consumo di tè verde MATCHA

1 – ANTIOSSIDANTE – gli antiossidanti sono potentissimi nutrienti ed enzimi responsabili contro la lotta degli effetti negativi dei raggi UV sulla nostra pelle. Questi agiscono sulla nostra pelle rendendola piú giovane e prevenendo molte malattie terminali. 1 tazza di matcha contiene 5 volte in piú il valore di antiossidanti presenti in qualsiasi altro cibo.

2 – CATECHINA, EGCg – La catechina è l’antiossidante piú potente e benefico al mondo. In particolare la catechina chiamata EPIGALLOCATHECHIN GALLATE (EGCg), presente al 60% nel matcha, è quella piú riconosciuta nella cura contro il CANCRO.

3 – CALMANTE, L-Teanina – Per millenni monaci buddisti consumavano matcha per rilassarsi, meditare e rimanere vigili allo stesso momento. Solo ora sappiamo che questi effetti sono dovuti dalla presenza della L-Teanina, un amminoacido presente nella foglia del tè utilizzata per produrre matcha. Questa produce ONDE ALFA nel cervello che inducono relax.

4 – MEMORIA E CONCENTRAZIONE – Un altro effetto della L-Teanina è la produzione di serotonina e dopamina, le quali favoriscono un miglior stato d’animo, miglior memoria e maggior concentrazione.

5 – ENERGIA E RESISTENZA – A differenza degli altri tè verdi, l’energia rialasciata dalla presenza di caffeina nel matcha ha una durata fino a 6 ore. Caffeina e L-Teanina combinate insieme fanno si che chi beve matcha non è soggetto agli classici effetti collaterali degli stimolanti.

6 – BRUCIA CALORIE – Il matcha ha la funzione di accellerare il metabolismo e di indurre il corpo a bruciare i grassi ben 4 volte piú veloce della media. Il tutto, al contrario di tante altre diete, senza innalzare la pressione e senza accellerare il battito cardiaco.

7 – DISINTOSSICANTE – Il matcha è in grado di rimuovere dal corpo i metalli pesanti e tossine chimiche.

8 – SISTEMA IMMUNITARIO – Il matcha è provvisto di sostanze antibiotiche che aiutano a fortificare il sistema immunitario e migiorano la salute in generale. Una tazza di matcha contiene una grande quantitá di potassio, Vitamina A, C, ferro, proteine e calcio.

9 – COLESTEROLO – Studi hanno riportato che tra le diverse popolazioni del mondo, quelle che maggiormente consumano tè matcha costantemente hanno un livello piú basso di colesterolo cattivo (LDL) e allo stesso tempo dimostrano un livello piú elevato di colesterolo buono (HDL). Gli uomini che consumano matcha hanno un 11% di possibilitá in meno di non riscontrare problemi al cuore.

10 – AROMA – Grazie al suo inconfodibile aroma, il tè matcha puó benissimo essere consumato senza l’aggiunta di zuccheri di alcun genere. Il suo aroma unico di natura vegetale lo rende una bevanda SPECIALE.

Questo grazie al sesto senso gustativo che gli studiosi di questa bevanda hanno definito UMAMI. La composizione di questa bevanda crea all’interno della nostra bocca una reazione unica, degno di una sua categoria all’interno dell’apparato gustativo. Le parole non possono di certo descrivere questo tipo di gusto, unico e particolare.

STORIA DELLA RACCOLTA

All’inizio del mese di Aprile i campi da tè vengono coperti con un telo nero per evitare che i raggi solari penetrino troppo in profonditá in modo da danneggiare le foglie. Questo permette alla pianta di produrre la L-Teanina e conferisce alle foglie il dolce gusto che rende al matcha il suo aroma unico. Dopo l’88esimo giorno di primevara le foglie vengono raccolte e inizia il processo denominato ARACHA che consiste nella sterilizzazione delle foglie tramite la vaporizzazione per 20 secondi delle stesse. Successivamente vengono fatte asciugare lentamente in appostiti contenitori. L’acqua e le vene all’interno delle foglie vengono eliminate, lasciando cosí la parte morbida pronta per la fase successiva denominata TENCHA.

Il tencha viene poi inserito in appositi macinatori a pietra, i quali riducono le foglia in una polvere sottilissima(micron) controllando allo stesso tempo la temperatura e umiditá. La velocitá nella quale avviene questo processo determina la qualitá stessa del matcha, per esempio, per ottenere 40g di Cerimonial Matcha, è necessaria 1 ora ed un macinatore.

Solo a questo punto si puó passare al confezionamento, il quale consiste in barattoli di latta sottovuoto. Il consiglio ottimale è quello di consumare il matcha nello stesso anno della raccolta, mantenerlo in frigorifero una volta aperto e consumarlo entro 1 mese dalla sua apertura.

PREPARAZIONE DEL TÈ – (Come da cerimonia giapponese)

ATTREZZATURA :CIOTOLA, MISURINO e FRUSTINO IN BAMBOO, ACQUA A 80°, TÈ MATCHA, SETACCIO FINE

1 – Riscaldare la ciotola con l’acqua a 100° fino a 2/3. Lasciare per 30 secondi e poi buttare via.

2 – Asciugare la ciotola con un panno.

3 – Setacciare 2 misurini di tè polvere matcha nella ciotola (oppure 1 cucchiaino da tè)

4 – Aggiungere 25ml di acqua a 80° (non superiore) alla polvere.

5 – Con l’aiuto del frustino in bamboo uniformare la polvere all’acqua ottenendo una sorta di pasta viscosa. È importante mescolare utilizzando movimenti circolari, verticali e orizzontali in modo lento.

6 – Una volta ottenuta la consistenza giusta e priva di grumi, aggiungere altri 25ml di acqua sempre a 80°.

7 – Ora sempre grazie al frustino, mescolare in modo energico la miscela cercando di simulare i movimenti tipo 8 e/o 6, cercando di disegnarli con il movimento del frustiono. Importantissimo è non raschiare il fondo della ciotola. Grazie a questo movimento dovrebbe venire a crearsi una schiuma in superficie. Il grado di densitá della schiuma e della grandezza delle bolle è direttamente proporzionata al livello di bravura nell’effettuare questo rito.

8 – A questo punto di norma la bevanda viene assunta in 3 distinti sorsi (inalando contemporaneamente aria durante il terzo)

9 – Il rituale è di norma consumato in modo privato, o addirittura, preparato da un maestro e fatto consumare poi al cliente. Puó essere ovviamente anche preparato in dosi maggiore e consumato in compagnia.

10 – Il matcha puó essere assunto anche freddo o come aggiunta in bibite fredde.

CERIMONIA DEL TÈ 

Durante il nostro viaggio in questa terra di cultura e dalle profonde radici buddiste e scintoiste, ci siamo fermati nella famosa città di UJI, da molti sicuramente ignorata e non conosciuta. Questa cittadina di poco meno di 200.000 abitanti si trova nelle prossimità della prefettura di Kyoto e prende il nome dal fiume Uji che la attraversa. Questa deve essere una meta da preferire se ci si vuole avventurare nella famosa cerimonia del tè matcha. Tutta la città vende matcha in ogni forma, dal tè in polvere ai dolci ed altro. È a tutti gli effetti una vera “città verde”. Decidiamo di partecipare alla cerimonia del tè; dopo tanta strada 

ci sembrava il minimo. Per questo ci addentriamo in una vera e antica casa da tè, dove questa benefica bevanda viene preparata e servita privatamente ed esclusivamente alle persone che la richiedono. Già all’interno della struttura si percepisce un’atmosfera pacifica e serena. Ancor prima di entrare ci leviamo le scarpe, consuetudine molto importante nella cultura giapponese, anche perché tutta la stanza è ricoperta di tatami, i famosissimi tappeti giapponesi dove è proibito salire con scarpe di alcun genere. Una volta entrati ci accostiamo da un lato e nessuno è presente nella stanza. Ad un certo punto da una porta adiacente vediamo entrare la maestra del tè che silenziosamente si inchina per accoglierci nella sua casa e ci avvicina un mochi; piccolo tortino di pasta riso pestato, tradizionale di questa nazione. Il mochi ci servirà per assaggiare al meglio in tè matcha che ci verrà preparato, tortino dolce che serve ad affievolire il forte gusto amaro del tè stesso. La cerimonia del tè inizia sotto i nostri occhi in completo silenzio. La maestra incomincia igienizzando con acqua molto calda ogni singolo strumento che le necessità per la realizzazione di questa bevanda dall’estremo potere benefico. Nella cultura Giappone non c’è cosa più importante della qualità nel servizio per i propri ospiti. Non a caso ogni movimento della maestra è ben studiato e preciso nel minimo dettaglio; preparazione che rispecchia a pieno la cultura giapponese. Tralasciando i dettagli di ogni passaggio le cose che ci hanno colpito più di tutte sono state 2.

  1. Al momento di porci la bevanda la maestra del tè ci impone di prendere la tazza con entrambe le mani e di girarla di 180 gradi con 2 movimenti della mano, in modo da appoggiare le nostre labbra dove lei non avesse toccato con la mano durante la preparazione.

  2. Il matcha si deve bere in 3 ampi sorsi ravvicinati uno con l’altro e l’ultimo deve contenere il famoso “risucchio alla giapponese” che per le culture occidentali può sembrare molto maleducato, ma che per loro significa che la bevanda è piaciuta e con questo ringraziare chi l’ha preparata.

Dettagli di questa cultura che ci lasciano incantati. L’attenzione nel dettaglio e nell’esperienza vissuta da parte degli ospiti ci ha lasciati a bocca aperta.

CONCLUSIONI

Beh che dire, consigliamo a tutti ovviamente di visitare questo fantastico paese e di sprofondare letteralmente nella loro cultura, sia solo per una vacanza o per una vita intera. Il Giappone è indubbiamente una nazione dalla lunga vita e benessere. Che sia anche dovuto dal consumo di questa bevanda? Lasciamo a voi la risposta.